Guida al miglior kit ricostruzione unghie

ricostruzione unghie gel

Le nostre unghie: le vorremmo sempre belle e ben curata, con uno smalto impeccabile, laccate e resistenti. La realtà, però, è ben diversa: molte di noi hanno unghie fragili e poco resistenti, oppure hanno il brutto vizio di mangiarsi le unghie. Il risultato sono unghie e mani poco curate, che certamente non rappresentano un valido biglietto da visita, in società come sul lavoro. E allora, si può ricorrere alla ricostruzione unghie con gel, oppure all’applicazione di smalto semipermanente, per unghie al top fino a oltre quattro settimane.

Per una perfetta ricostruzione unghie con gel, una resina sintetica resistente e molto elastica, si potranno acquistare dei kit già completi di tutto l’occorrente: ne esistono di molto forniti, con tanti accessori e gel colorati, o di molto elementari, ideali non solo per le professioniste del settore, ma anche per chi voglia effettuare una manicure con gel a casa propria. Ma quali sono gli accessori, quegli elementi assolutamente essenziali per un perfetto kit di ricostruzione unghie? Vediamolo insieme.

ricostruzione unghie

Gli essenziali in un kit ricostruzione unghie

Un set completo, per la ricostruzione unghie fai da te o anche professionale, deve contenere degli accessori e degli attrezzi che sono immancabili ed irrinunciabili.

  • Gel UV: La più importante distinzione che si deve effettuare, è certamente quella tra gel trifasici o monofasici. Nel primo caso infatti, avremo un processo di ricostruzione unghie che prevede un primer, un gel da ricostruzione e infine un top coat sigillante. Questi tre prodotti sono, generalmente, inclusi tutti e tre nei kit per ricostruzione unghie. Discorso diverso invece, deve essere fatto per i gel monofasici, che riassumono in sè le caratteristiche di base, gel e finish sigillante, e il tutto in un solo prodotto. Si tratta di gel molto particolari, e anche di un procedimento di ricostruzione piuttosto raro, e scelto dai professionisti in fatto di nail art. Infatti, chi realizza una ricostruzione con gel monofasico, deve saper usare al meglio gli attrezzi del mestiere, per dare da subito una forma precisa e definita all’unghia, senza altri passaggi. Detto questo, esistono gel colorati per tutti i gusti: pastello, trasparenti, metallici, fluo…e persino camouflage! Quest’ultimo tipo di gel, in genere trasparente o leggermente rosato, color pesca, è usato per donare anche un aspetto sano e bello a unghie malate, affetta da funghi e ingiallimento.
Vedi anche  Unghie flower power

ricostruzione unghie gel

  • Primer: Come accennato sopra, il primer è il primo prodotto da usare, in caso si opti per una ricostruzione gel trifasica, trattamento molto frequente per via degli ottimi risultati su ogni tipo di unghia. Il primer funge da base per le nostre unghie, e permette una perfetta aderenza del gel vero e proprio, che potrà poi essere catalizzato in lampada, e resistere più a lungo.

 

  • Lime, buffer e frese: Essenziali in qualsiasi kit per ricostruzione unghie, sono gli strumenti per limatura e ritocco. Le lime devono essere rigorosamente in cartone, devono essere monouso o sterilizzabili per motivi d’igiene e per prevenire la diffusione di infezioni e micosi. In genere, le lime professionali si presentano con un lato opacizzante e uno abrasivo, ma esistono davvero molti tipi di lima, più o meno piatta, con grane differenti. Parlando invece del buffer, questo è un particolare mattoncino opacizzante, ma anche lucidante, e si utilizza generalmente al termine della ricostruzione, subito prima di applicare il prodotto di finish. E le frese? Utilissime per smontare la ricostruzione e per effettuare un rapido ritocco, sono degli strumenti elettrici con testine intercambiabili e rotanti, la cui velocità può generalmente essere selezionata dall’operatrice.

 

  • Lampada UV o LED: In ogni kit che si rispetti, persino nel più semplice e spartano, non può assolutamente mancare una lampada per catalizzare il gel o lo smalto, e per fissare i prodotti alla perfezione sulle unghie, per renderle resistenti e brillanti, a lungo. La lampada UV ha in genere due timer di catalizzazione: uno a 120 secondi, l’altro a 90. Si potrà quindi scegliere, in base alla viscosità del prodotto, per quanto tempo tenere in lampada le unghie. E la lampada LED? Molto più potente, moderna e quindi veloce nell’asciugatura. Bastano 60 o 90 secondi per una catalizzazione perfetta.
Vedi anche  4 nail art pazze per vere fashion addicted

Guida al miglior kit ricostruzione unghie

Fonte Foto: https://it.pinterest.com/pin/594897432002774137/

  • Disinfettante e cleaner: In ogni set, non possono mancare neppure flaconi di disinfettante e di cleaner. Il primo, deve essere utilizzato per sterilizzare gli strumenti e le mani all’inizio della manicure, mentre il secondo, un prodotto molto più professionale e senza alcol, agisce sul gel per sgrassarlo in parte. Infatti, specie nella prima fase della ricostruzione, il gel appena uscito dalla lampada potrà risultare appiccicoso, e quindi deve essere sgrassato e limato al meglio, per poter definire al meglio la forma desiderata per le unghie.

 

  • Tip, colla per tip e cartine: Capita spesso che chi richiede una ricostruzione unghie gel, non abbia unghie perfette, lunghe o sane. Anzi, spesso le unghie tendono a spezzarsi, oppure non hanno tutte la stessa lunghezza. Per allungare lì dove serve, si può ricorrere alle tip, vere e proprie unghie finte, rosate o neutre. Ne esistono di moltissime misure, basta scegliere quella giusta per l’unghia in questione. La colla deve essere specifica per tips, mentre le cartine devono essere inserite molto delicatamente sotto l’unghia da ricostruire, e se ne deve seguire la sagoma e la lunghezza con il gel, per poi catalizzare il tutto in lampada.

 

  • Forbicine, tronchesi, bastoncino d’arancia e altri strumenti: Per qualsiasi manicure, sono essenziali alcuni accessori, e la ricostruzione gel non fa di certo eccezione. Per questo, in ogni kit, o quasi, è possibile trovare piccole tronchesi e forbicine, ma anche bastoncini in legno d’arancio, per unghie e cuticole sane.
Vedi anche  Tutte le nail art con effetti speciali

 

  • Pennelli: I pennelli sono un must have per ogni professionista onicotecnica. Non se ne hanno mai abbastanza, tuttavia in un set valido per la ricostruzione unghie, troviamo almeno tre pennelli di grandezza media, e uno più piccolo, da scegliere solo per ritoccare piccoli errori o effettuare dettagli sulla ricostruzione.

 

  • Prodotti per il finish: Il top coat di certo è utile in uno starter kit. Infatti, potrà essere usato al termine di una ricostruzione gel come sigillante, ma anche per rinforzare smalto, semipermanente e non. E poi, la chicca finale è rapprensentata dall’olio per cuticole e unghie fortificante e lucidante, profumato e disponibile in tantissimi colori e fragranze: si applica col contagocce e si massaggia delicatamente sulle lunette, per un ultimo piccolo gesto beauty, a fine manicure.

Guida al miglior kit ricostruzione unghie

Fonte Foto: https://it.pinterest.com/pin/377880224958229226/