Rimozione ricostruzione unghie

Rimozione ricostruzione unghie

Spesso parliamo della ricostruzione unghie ma poche volte ci soffermiamo sulla rimozione.Rimozione ricostruzione unghie

Se il prodotti non viene rimosso correttamente potrebbe recare molteplici danni all’unghia come unghie arrossate, avvallamenti sulla lamina e macchie bianche.

Tantissime clienti iniziano il trattamento con unghie perfettamente sane per poi finire con unghie estremamente deboli e rovinate.

Molte non fanno la ricostruzione credendo che sia proprio il prodotto che rovina l’unghia ma bisogna dire che se fatto e di conseguenza rimosso nella maniera corretta questo rischio non si correrà mai.

Rimozione gel, acrilico e semipermanente

Cosa importante da sapere è che ogni prodotto ha il suo metodo di rimozione perché si tratta di materiale completamente diverso tra loro per resistenza.

I prodotti principalmente utilizzati sono:

gel;

acrilico;

smalto semipermanente.

Il gel è il prodotto più resistente utilizzato per la ricostruzione delle unghie pertanto non è possibile utilizzare solventi ma viene rimosso solo con l’utilizzo della fresa e della lima quanto più possibile senza mai arrivare a toccare l’unghia naturale.

L’acrilico è meno resistente quindi è possibile togliere il più possibile con la lima o con la fresa per poi finire i residui con un solvente apposito.

Lo smalto semipermanente infine viene rimosso totalmente con il solvente apposito: si immergono dei dischetti nel solvente specifico per smalto semipermanente e, dopo aver accuratamente opacizzato lo smalto, vengono applicati su ogni unghia avvolti dalla stagnola per circa 15 minuti. Lo smalto viene via come un pellicola.

Rimozione ricostruzione unghie

 

Falsi miti della ricostruzione unghie

Spesso le clienti scelgono lo smalto semipermanente perché hanno la convinzione che la rimozione senza l’utilizzo della fresa o della lima non rovini minimamente l’unghia.

E’ un concetto sbagliato perché il gel e il semipermanente non devono essere rimossi completamente quindi questi strumenti non toccheranno mai l’unghia.

Al contrario il semipermanente deve essere tolto totalmente, perciò l’unghia viene trattata ogni 2-3 settimane rischiando di assottigliarsi ugualmente. La differenza è che il semipermanente si toglie molto più velocemente degli altri due prodotti.

Inoltre, contrariamente al gel e all’acrilico, continua a polimerizzare. La rimozione sarà più veloce dopo due settimane invece che dopo quattro.

Per concludere posso assicurarvi che la ricostruzione delle unghie non fa male, dipende solo da come viene fatta la rimozione.

Migliore marca di gel per professionisti

Migliore marca di gel per professionisti

Le mani sono una delle prime parti del corpo che rispecchiano la bellezza di una donna e il suo fascino. Sono utilizzate per compiere migliaia di azioni, sempre presenti sotto il nostro sguardo. In particolare le unghie possono essere considerate come il vestito che avvolge ed esalta le nostre mani. Grazie alla Nail Art è possibile renderle uniche con eleganza e anche al contempo una certa sensualità e fantasia. Avere delle unghie sempre curate è un modo per una donna per distinguersi ed apparire al massimo del suo fascino e della sua bellezza. Scegliere la migliore marca di gel per professionisti è possibile grazie a questo articolo. Di seguito andremo ad analizzare quali sono i prodotti più utilizzati.

L’arte del decorare con i il gel le unghie

La ricostruzione delle unghie è ormai una vera e propria arte, eseguita da estetisti specializzati nel settore, la quale permette di dare un nuovo volto alle mani. Gli strumenti da applicare sono differenti con materiali che trasformano le unghie in una realtà che attira l’attenzione. L’esempio sono i gel professionali. Scegliere non è sempre facile, dato che in commercio sono presenti numerosi prodotti di marche specializzate nel settore e che offrono tutti un risultato esaltante per dare un nuovo volto alle unghie. Per questo sono importanti alcuni parametri che si potranno seguire in modo da individuare la migliore marca per professionisti.
In primo luogo bisogna scegliere tra un prodotto monofasico o trifasico. La differenza riguarda sia il tempo di applicazione che la tipologia stessa del gel. Il trifasico prevede la presenza di un kit di tre gel: la base, il costruttore modellante, il sigillante. Quindi l’applicazione avviene in tre momenti con una tempistica leggermente più lunga.
Nel caso del gel monofasico, questi tre elementi si concentrano in un unico strumento, rendendo la sua applicazione più semplice e anche più veloce.
Il secondo aspetto da considerare è la resa del prodotto la quale è strettamente collegata alla tipologia di materiale con cui è stato creato e alla marca dato che le aziende spesso utilizzano particolari elementi in mondo da rendere il gel per professionisti di qualità elevata.
Infine bisogna prendere in considerazione anche il prezzo. Un prodotto di qualità ovviamente ha un costo maggiore.

La migliore marca di gel per professionistiMigliore marca di gel per professionisti Migliore marca di gel per professionisti

In base ai parametri indicati di seguito elenchiamo quelle che sono considerate le migliori marche per professionisti:

Sun Garden Nail & Hair Ug: la casa tedesca si distingue per la produzione di gel monofase che grazie alla loro tenuta e praticità sono tra quelli più comparti dai professionisti. Tutti i prodotti rendono l’applicazione del gel al contempo più semplice e con una resa elevata. Tra i modelli più venduti vi è il gel Uv monofase in fibra di vetri Clear da 30 ml, il quale combina il sistema autolivellante che elimina la necessità della lima, con una consistenza media e la possibilità di adattarsi a qualunque tipologia di unghia;

Beauty Space Nails: la marca è molto utilizzata non solo per l’ampiezza dei prodotti offerti, dal gel alle lime delle unghie, ma anche dalla varietà dei colori dei gel che permettono di dare libero sfogo alla fantasia creativa di un estetista;

NDED: la ditta tedesca ha saputo creare prodotti di alto livello a 360° entrando nel mercato Italiano con un sito apposito su cui è possibile trovare tutte le tipologie di gel monofasico;

SL Beauty Srl: casa Italiana che ha saputo introdursi nel mercato della bellezza femminile con una serie di prodotti specifici per l’estetica. Non solo capelli e corpo, ma una serie di gel e di prodotti tecnici per la nail arte;

DeliaWinterfel: i gel monofasici presentano una vasta gamma di colori oltre alla possibilità di scegliere i modelli che hanno effetto glitter. Sono presenti online i kit con 36 tipologie di colorazioni da scegliere;

OPI: tra le marche più diffuse grazie a una vasta gamma di prodotti specifici per la ricostruzione delle unghie e con una varietà di gel professionali.

Unghie a specchio: nuovo trend dell’estate

Unghie a specchio: nuovo trend dell’estate

Unghie a specchio: nuovo trend dell'estate Essere alla moda è importante: avere l’outfit giusto che va di pari passo con le tendenze del momento significa prestare una notevole attenzione ai dettagli per non sbagliare. Ciò accade sia per quanto riguarda abiti e scarpe sia relativamente alle unghie, parte del corpo talvolta trascurata, ma tra le prime ad essere osservata quando ci si presenta a qualcuno. In genere, nel periodo estivo, per esse sono sempre stati preferiti i colori pastello. Quest’anno, invece, sembra proprio che le preferenze si siano concentrate su una tipologia di nail art molto particolare, ovvero quella a specchio. Le unghie a specchio, infatti, risultano essere l’ideale per tutte coloro che vogliono realizzare ed indossare un dettaglio originale e alla moda. Solitamente si ricorre all’estetista per ottenere l’effetto desiderato, in quanto porre in essere la tecnica in questione è abbastanza difficile e, pertanto, non può essere eseguita anche autonomamente tra le mura domestiche giungendo a risultati soddisfacenti.

Le mirror nails: la nuova tendenza dell’estate 2019.

L’estate di quest’anno vedrà come protagoniste le cosiddette mirror nails, ovvero le unghie a specchio. Si tratta di una particolare tecnica che consiste nel rendere l’unghia un vero e proprio specchio su cui ci si potrà riflettere in ogni momento. Nuovo trend del 2019, hanno dato vita ad una nuova moda che sta spopolando già su Instagram con l’hashtag mirrornails. Esse sono capaci di donare un aspetto unico e sensuale prendendo il posto di unghie dai colori tenui e nude. Una volta aver scelto tra le varianti silver e oro, non resterà che sfoggiarle sotto la riflessa luce del sole.

Realizzare le unghie a specchio: perchè rivolgersi all’estetista.

Unghie a specchio: nuovo trend dell'estate

Al fine di realizzare le unghie a specchio, è necessario eseguire una serie di passaggi. Infatti, occorre innanzitutto prendere in considerazione il fatto che non esiste uno smalto a specchio. Di conseguenza, una manicure riflettente degna di tale nome dovrà essere realizzata o recandosi da un’estetista e non autonomamente. In quest’ultimo caso, anche acquistando prima tutto l’occorrente, come uno smalto semipermanente o in gel, una lampada, dei pennellini, non saranno assicurati risultati soddisfacenti dal momento che si tratta di attuare una tecnica innovativa che richiede un’estrema precisione. Non è, poi, consigliabile pensare di utilizzare uno smalto normale semplicemente perché questo, in genere, impiega molto tempo ad asciugarsi determinando, alla fine, un risultato non piacevole da vedere. Inoltre, preferire uno smalto semipermanente significherà poter beneficiare di una durata più lunga nonché di una maggiore praticità e versatilità. Gel indurente più leggero di quello usato per la ricostruzione delle unghie, esso costituirà la scelta ideale per tutte coloro che non hanno intenzione di sostituire il colore dello smalto ogni qual volta questo si scheggia, avendo così sempre una manicure perfetta e brillante.

Ricostruzione Unghie con Cartina

Ricostruzione Unghie con Cartina

Hai delle unghie troppo corte e vorresti averle lunghe e belle? Oggi si può! Per allungare l’unghia basterà ricostruirla. Come? Con il gel o con l’acrilico con l’uso della tip o della cartina.

Ricostruzione unghie con cartina

Per allungare artificialmente l’unghia con la cartina si utilizza una speciale cartina millimetrata adesiva che si applica sotto il margine libero dell’unghia su cui viene steso il gel. Le cartine sono facilmente reperibili in tutti i negozi professionali e vengono usate solo per la fase di allungamento.

Come si ricostruisce l’unghia con la cartina?

ricostruzione_unghie_cartine Si procede in questo modo:

– per prima cosa si fa una veloce manicure con la rimozione delle pellicine e delle cuticole spingendo quest’ultime verso l’alto. Poi si passa alla disinfezione delle mani e delle unghie.

– si prepara l’unghia con il buffer per togliere il primo strato di grasso rendendola viscosa e si applicherà il primer.

– si inserisce la cartina facendo massima attenzione a non lasciare nessuno spazio tra unghia e cartina.

– si stende il gel sull’unghia e sulla cartina fino alla lunghezza desiderata. Il consiglio è quello di fare l’unghia più lunga e poi accorciarla quando si modella il gel. Eliminare con il cleaner il gel in eccesso e mettere l’unghia nella lampada per polimerizzare il gel, basteranno 60 secondi.

– rimuovere la cartina e applicare ancora gel creando la famosa bombatura. Questa è indispensabile per rendere l’unghia resistente alle botte. Rimettere l’unghia nella lampada e passare alla modellatura con la lima.

Ricostruzione Unghie con Cartina

– passare lo smalto gel del colore desiderato e polimerizzare ad ogni passata. Se desiderate potete farvi fare una nail art proprio in questo momento.

 

-infine si passa il top coat e si massaggia con l’olio.

Ricostruzione Unghie Acrilico

Ricostruzione Unghie Acrilico

La ricostruzione in acrilico nasce negli Stati Uniti 20 anni, per poi diffondersi anche in Italia, si realizza attraverso l’uso di due elementi, la polvere acrilica ed un liquido monomerico, la combinazione di questi prodotti dà vita ad un composto dalla consistenza gelatinosa che una volta posizionato sull’unghia viene modellato direttamente. Il vantaggio dell’acrilico rispetto al gel tradizionale deriva dal fatto che questo si asciuga all’aria senza la necessità di una lampada led specifica per unghie.

Perché scegliere la ricostruzione unghie in acrilico?

Questo metodo per ricostruire le unghie, è particolarmente indicato per coloro che hanno unghie corte e molto piccole, oppure soffrono di onicofagia, grazie all’acrilico, la cattiva abitudine di mangiarsi le unghie sparisce progressivamente. La ricostruzione in acrilico inoltre è molto più resistente rispetto al normale gel per questa ragione è il metodo consigliato a coloro che per professione hanno le mani sempre in acqua come le parrucchiere o chi lavora in cucina.

Come si utilizza l’acrilico

Nailart Stiletto acrilico
Nailart Stiletto acrilico

Il metodo di ricostruzione unghie con l’acrilico richiede molta esperienza e grande capacità, poiché è fondamentale utilizzare la giusta quantità di polvere e liquido affinché il prodotto da posizionare sull’unghia sia della giusta consistenza, inoltre data la velocità di asciugatura all’aria,1 massimo 2 minuti, è importante riuscire a modellarlo nella forma desiderata in pochissimi secondi. Una delle ragioni per cui la ricostruzione in acrilico non è molto diffusa come quella in gel è l’odore molto forte e pungente scatenato dal liquido monomerico. Negli ultimi anni i prodotti utilizzati sono stati migliorati nel rispetto della salute, ragion per cui, nonostante l’odore sgradevole il liquido non è tossico o dannoso.

L’acrilico fà male?

Molti si chiedono se la ricostruzione in acrilico danneggi le unghie, la risposta ovviamente è negativa, anzi il metodo di ricostruzione in acrilico protegge l’unghia. Quello che può danneggiare l’unghia, è l’inesperienza della persona cui ci si rivolge per la ricostruzione, che può essere aggressiva e deleteria per l’unghia. Questa tecnica viene utilizzata principalmente per le unghie di lunghezza estrema, per questo motivo ci sono probabilità maggiori che si spezzino, causando rotture anche all’unghia naturale.

Come si fà l’acrillico?

Per realizzare la ricostruzione in acrilico servono quattro prodotti, il primer per fissare al meglio il monomero sull’unghia, la polvere acrilica ed il liquido monomerico e un pennello per stendere la sostanza sull’unghia. Per allungare l’unghia possono servire anche le cartine, nei casi in cui bisogna realizzare una nail art con letto molto lungo. Prima di iniziare con la ricostruzione in acrilico, bisogna preparare l’unghia, disinfettandola a dovere e applicando il primer che verrà fatto asciugare all’aria. Si può poi procedere con la ricostruzione, utilizzando se necessario le tip o una normale cartina e applicare una piccola quantità di prodotto, combinando liquido e polvere acrilica. Utilizzando la giusta quantità di prodotti, si formerà una pallina da applicare e modellare velocemente sull’unghia, data la velocità di asciugatura tipica delle sostanze utilizzate. Infine modellare con una lima a grana fine, e procedere con la nail art desiderata. Infine applicare un toap coat per sigillare e lucidare l’unghia. Per rimuovere l’acrilico è sufficiente utilizzare un solvente apposito.