Rimozione Ricostruzione Unghie

refill

Spesso parliamo della ricostruzione unghie ma poche volte ci soffermiamo sulla rimozione.

pulizia letto ungueale

Se il prodotto non viene rimosso correttamente potrebbe recare molteplici danni all’unghia come unghie arrossate, avvallamenti sulla lamina e macchie bianche.
Tantissime clienti iniziano il trattamento con unghie perfettamente sane per poi finire con unghie estremamente deboli e rovinate.
Molte non fanno la ricostruzione credendo che sia proprio il prodotto che rovina l’unghia ma bisogna dire che se fatto e di conseguenza rimosso nella maniera corretta questo rischio non si correrà mai.

Indice:

Rimozione gel, acrilico e semipermanente

Cosa importante da sapere è che ogni prodotto ha il suo metodo di rimozione perché si tratta di materiale completamente diverso tra loro per resistenza.

I prodotti principalmente utilizzati sono:

Il gel è il prodotto più resistente utilizzato per la ricostruzione delle unghie pertanto non è possibile utilizzare solventi ma viene rimosso solo con l’utilizzo della fresa e della lima quanto più possibile senza mai arrivare a toccare l’unghia naturale.

L’acrilico è meno resistente quindi è possibile togliere il più possibile con la lima o con la fresa per poi finire i residui con un solvente apposito.

Lo smalto semipermanente infine viene rimosso totalmente con il solvente apposito: si immergono dei dischetti nel solvente specifico per smalto semipermanente e, dopo aver accuratamente opacizzato lo smalto, vengono applicati su ogni unghia avvolti dalla stagnola per circa 15 minuti. Lo smalto viene via come un pellicola.

Vedi anche  Tutto sulla french manicure

Falsi miti della ricostruzione unghie

Spesso le clienti scelgono lo smalto semipermanente perché hanno la convinzione che la rimozione senza l’utilizzo della fresa o della lima non rovini minimamente l’unghia.

E’ un concetto sbagliato perché il gel e il semipermanente non devono essere rimossi completamente quindi questi strumenti non toccheranno mai l’unghia.

Al contrario il semipermanente deve essere tolto totalmente, perciò l’unghia viene trattata ogni 2-3 settimane rischiando di assottigliarsi ugualmente. La differenza è che il semipermanente si toglie molto più velocemente degli altri due prodotti.

Inoltre, contrariamente al gel e all’acrilico, continua a polimerizzare. La rimozione sarà più veloce dopo due settimane invece che dopo quattro.

rimozione semipermanente

Per concludere posso assicurarvi che la ricostruzione delle unghie non fa male, dipende solo da come viene fatta la rimozione.