Ricostruzione unghie vs smalto gel, quale scegliere?

Ricostruzione unghie gel? A ciascuna donna la forma giusta

Le amanti della nail art e della nail care più alla moda, non hanno dubbi: per poter sempre e comunque sfoggiare unghie al top e che tali restano a lungo e per molto tempo, senza che il colore si sbecchi e senza nessuna sbavatura, e con la brillantezza intatta del primo giorno, due sono le soluzioni beauty: la ricostruzione unghie con gel, oppure l’applicazione dello smalto semipermanente.

Due metodi molto diversi, per uno stile diverso, ma ad effetto duraturo.

A voi la scelta, anche se conoscere le differenze tra questi due trattamenti di nail art, certo risulterebbe utile ai fini di scegliere ciò che più si addice al vostro stile e alle necessità.

Se quindi volete saperne di più su smalto gel e sulla ricostruzione unghie in gel, questo articolo farà al caso vostro.

Buon approfondimento!

Ricostruzione unghie vs smalto gel, quale scegliere?

 

Ricostruzione unghie, vantaggi e svantaggi

 

E’ nata prima questa nail art, perfetta per  far durare a lungo il colore sulle unghie. Fino a quattro settimane e oltre, di perfetta manicure, colore brillante e unghie super resistenti. Davvero irresistibile, ma come può, la ricostruzione unghie gel, durare così a lungo?

Ciò è possibile in quanto l’unghia è protetta sotto uno strato, spesso e resistente di gel, trasparente o anche colorato. I colori possibili e le decorazioni disponibili per la ricostruzione unghie sono così tanti, da prestarsi a tutti gli stili ed esigenze. Sarà quindi possibile esprimere al meglio la propria fantasia ed estro artistico, con la ricostruzione in gel, per unghie di mani e piedi. Si potranno addirittura inserire piccoli stralci di carta coloro oro o argentata, per riflettere la luce, e creare mille riflessi cangianti.

Vedi anche  Rimozione Ricostruzione Unghie

Come si realizza la ricostruzione unghie in gel? Il gel è catalizzato in lampada UV, ma deve essere poi anche sgrassato con uno specifico solvente, e infine anche limato, reso più sottile e modellato, al fine anche di dare la forma desiderata alle unghie. E le forme, anche, sono davvero tante: dalla semplice forma quadrata o tonda, fino alla mandorla russa, appuntita e molto seducente, per chi non vuole passare inosservata.

Ma quali sono i contro? Il gel, se non è di buona qualità, rischia di far ammalare l’unghia e di indebolirla: colpa della mancanza di ossigenazione del tessuto delle unghie, e anche della pelle sotto l’unghia stessa. Per questo, la raccomandazione principale resta quella di acquistare prodotti top del settore, e mai Made in China.

E poi? Altro consiglio da non sottovalutare sarà quello di affidarsi a mani esperte, che scelgano di usare prodotti monodose o sterilizzati: mai riutilizzare su due clienti diverse la stessa lima, per esempio, se non è stata prima ben sterilizzata. Il rischio? Infezioni, funghi e dermatiti. Di sicuro qualcosa che non ci si aspetta di trovare il un nail bar o in un salone di manicure.

 

ricostruzione unghie gel

Smalto gel, sottile e sofisticato

 

Come si presenta la manicure con smalto semipermanente, rispetto alla ricostruzione unghie in gel? Sicuramente risalta agli occhi la raffinatezza, la delicatezza, e l’effetto assolutamente naturale! Il semipermanente è davvero amato dalle ragazze acqua e sapone, come anche dalle signore chic e un po’ snob! Questo perchè è più sottile, e in tutto e per tutto identico allo smalto classico. Un alleato per mani bellissime, senza artifizi. Può arrivare a mantenersi perfetto e intatto fino a oltre due settimane, ma ciò dipende molto anche dal ph dell’unghia di chi lo indossa, e dai prodotti scelti, che devono superare gli standard di qualità. Il giusto metodo per una nail care bella ed elegante, ma che certamente è meno duratura e anche resistente.

Vedi anche  Ricostruzione? A Ciascuna il Proprio Stile

Ad ogni modo però, anche lo smalto gel  come il gel vero e proprio, deve asciugare in lampada UV o LED e deve essere limato. Bastano solo due passate, e magia! Uno smalto dall’effetto chic e naturale, che dura due settimane, subito pronto.

L’applicazione dello smalto semipermanente però, ha anche tempi più brevi, rispetto ai molti passaggi richiesti dalla ricostruzione unghie tradizionale. Una brava  professionista infatti, in circa venti minuti, sarà in grado di cambiare alla perfezione il colore del vostro smalto gel, che si presenterà subito super lucido, fino a oltre quindici giorni. L’unico neo? anche il semipermanente, se non acquistato di buona, anzi di ottima qualità, rischia di rovinare le unghie, ed anche per questo tipo di ail art sono assolutamente d’obbligo utensili monouso e sterili.

E poi, arriviamo  ai colori e alle decorazioni per lo smalto gel: contrariamente a ciò che si pensa sono tante, e molte nuove sfumature sono state lanciate in commercio direttamente dalle passerelle. Ma resta la ricostruzione la vera regina della fantasia delle onicotecniche, perchè rappresenta il campo perfetto per migliorare nella micropittura e nella decorazione con acrilici.

Le amanti dello smalto? Possono consolarsi all’aperitivo, mostrando le mani con unghie chic e sofisticate, che non passano inosservate per eleganza e stile.

Ricostruzione unghie vs smalto gel, quale scegliere?

Fonte Foto: https://it.pinterest.com/pin/90846117468361761/