Semipermanente step by step

Semipermanente step by step

Unghie perfette per oltre due settimane: grazie alla tecnica dello smalto semipermanente, moltissime donne possono dimenticare la manicure fai da te! Via smalti e limette quindi: meglio correre a prenotare un trattamento professionale, con una manicure in centro estetico, con applicazione di smalto semipermanente. Una soluzione perfetta per tutte le donne che amano mani in ordine e unghie brillanti e bellissime, ogni giorno e senza ritocchi.


Il semipermanente presenta alcuni particolari vantaggi rispetto alla ricostruzione unghie in gel, primo tra questi la delicatezza e l’effetto più naturale sulle unghie: infatti si tratta di un trattamento che offre una resa minore rispetto alla ricostruzione, che invece garantisce unghie top per oltre un mese. Proprio per la sua durata più ridotta, quindi, i prodotti in gel catalizzati sulle unghie creano uno strato sottile, e dall’effetto molto raffinato.

Anche se l’effetto è meno duraturo, l’applicazione di smalto semipermanente è un trattamento di nail art professionale, che si compone di step precisi. Vediamo insieme quali.


 

Semipermanente step by step

Fonte Foto: https://it.pinterest.com/pin/155374255874267435/

 

1- Manicure e forma delle unghie

Che sia la prima ricostruzione con semipermanente o che si tratti di una seduta di ritocco, ogni cliente che si rivolge alla propria onicotecnica in centro estetico riceve una semplice manicure per iniziare: si incomincia con la limatura delle unghie, e si eliminano le cuticole in eccesso attraverso l’uso di piccole tronchesi e di bastoncini in legno d’arancio. In questa fase, come in tutti gli altri step della nail art, si deve prestare grande attenzione all’igiene e alla sterilizzazione di ogni utensile per unghie utilizzato. Meglio ancora, se in centro si possono trovare strumenti usa e getta, per non rischiare infezioni e funghi alle unghie.

Vedi anche  Le più belle nail art per unghie lunghe

In questo step, la cliente, insieme alla sua onicotecnica, decide la forma che vuole dare alla proprie unghie: quadrate e lunghe per un effetto elegante e glam, oppure tonde e corte, per chi ama un allure assolutamente naturale e molto easy.

Semipermanente step by step

Fonte Foto: https://it.pinterest.com/pin/770326711237302981/

2- Applicazione primer e colore

Prima di passare all’applicazione e alla catalizzazione UV di tutti i prodotti destinati alla ricostruzione, si lima quindi accuratamente le unghie, e con un mattoncino opacizzante, definito buffer, si opacizza alla perfezione  l’unghia, al fine di permettere la perfetta aderenza del primer allo strato cheratinico.

Dopo la cura delle unghie, e dopo aver stabilito forma e lunghezza, si potrà procedere con la stesura di un primer specifico per semipermanente. Questo primo prodotto contribuisce a rendere più resistente e brillante il colore dello smalto UV che si andrà poi ad applicare. Esistono primer che hanno già un pennellino incluso nel proprio flacone, oppure prodotti da stendere con un pennello lungo e professionale, per un risultato ancora più preciso e una buona stesura su tutta l’unghia. La maggior parte dei primer per semipermanente richiede un passaggio d’asciugatura in lampada: 60 secondi se si tratta di una lampada catalizzante UV, mentre ne bastano solo 30 per le moderne lampade a LED.

Terminata la catalizzazione del primer, la cliente deve comunicare alla sua onicotecnica la scelta del colore da applicare: in genere in centro estetico si riempiono rastrelliere espositive di moltissimi colori, per poter offrire una vasta gamma di scelte alle clienti. Infatti esistono marchi e case cosmetiche, come OPI o ESSIE, che offrono collezioni sempre nuove e di tendenza, con nuance metalizzate o effetti specchio, fluo o magari perlescenti, molto apprezzate dalle donne di tutte le età. A seconda delle proprie  esigenze, dei gusti e dello stile, la cliente potrà quindi fare una scelta  diversa ad ogni applicazione: se alla prima seduta ha quindi scelto uno smalto blu elettrico, per una festa in discoteca, al prossimo ritocco potrà tranquillamente optare per una tonalità nude o beige, per presentarsi ad un colloquio di lavoro ed essere impeccabile.

Vedi anche  Metodi efficaci per rinforzare le unghie: l'olio di ricino funziona?

3- Catalizzazione e finish

Il terzo step per l’applicazione dello smalto semipermanente, prevede l’asciugatura in lampada della prima passata di smalto, nel colore scelto. Si passerà poi ad una seconda stesura dello stesso colore. Per un effetto più particolare, si può anche alternare una coppia di colori, sulle unghie, ottenendo così un’avvicendarsi di toni a contrasto. I più in voga al momento? Il classico bianco e nero, ma anche rosso e fucsia, e un vibrante viola in due sfumature differenti.

Lo step del finish prevede l’applicazione di un top coat, da catalizzare o da far asciugare all’aria, a seconda della composizione del prodotto. Il top permette al colore di restare vivo più a lungo, e rende le unghie più dure e resistenti a urti o graffi. Infine, si passa intorno alle unghie, sulle cuticole, un olio profumato idratante, che va a fissare le pellicine in alto, permettendo alla manicure di restare sempre impeccabile, fino ad oltre due settimane.

Il tocco in più per rendere il proprio semipermanente mani irresistibile? Abbinarlo, in tinta o con colori a contrasto, ad un semipermanente anche sulle unghie dei piedi!

Semipermanente step by step

Fonte Foto: https://it.pinterest.com/pin/151996556148317670/

Chiudi il menu