Manicure, perché è importante la routine di bellezza per le unghie

Manicure, perché è importante la routine di bellezza per le unghie

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Manicure

Quello della manicure è un mondo elegante, curatissimo e colorato: fatto per raccontare la personalità di chi si prende costantemente cura delle proprie mani. Ruota attorno a un gesto importante, che è davvero senza tempo.


Fin dall’antichità questa attività ha infatti sempre rappresentato una rilassante routine: un ritaglio del tempo per sentirsi meglio con il proprio corpo e con lo specchio. Oggi le cose non sono cambiate: quando la mattina ci prepariamo per affrontare una nuova giornata vogliamo essere sempre al top e, soprattutto, vogliamo dare di noi un’immagine vincente.

Sentirsi a proprio agio con un outfit oppure con un certo trucco è importante tanto quanto ‘indossare’ il semipermanente giusto sulle unghie. D’altra parte, lo sappiamo bene, le nostre mani rappresentano un biglietto da visita assoluto. Fare la manicure non è solo una questione estetica ma anche psicologica: è il perfetto lasciapassare per sentirsi più in sintonia con se stesse.


Quando è bene fare la manicure

Il trattamento di bellezza per mani e unghie dovrebbe essere effettuato in maniera periodica, affinché i risultati possano avere una maggiore durata nel tempo. Avere unghie sempre belle e curate è inoltre un sintomo di ordine mentale. Bisogna prestare attenzione alle cuticole – antiestetiche e in grado di rovinare il colpo d’occhio – avendo cura inoltre di armonizzare la forma delle unghie stesse, così da rendere più bella la mano. E’ chiaro come a fare la differenza saranno soprattutto i prodotti utilizzati, solo in questo modo si potranno avere garanzie sul risultato finale. Attenzione ad eventuali allergie, sempre per ciò che riguarda la scelta dei migliori prodotti.

Vedi anche  10 cose che solo una nail addicted può capire

Cosa serve per una perfetta manicure

Per poter ottenere una manicure perfetta bisogna dotarsi della giusta strumentazione e degli accessori necessari a levigare, curare e armonizzare il tutto. In primis occorre dotarsi di un set di lime di differenti granature, oltre a solventi non aggressivi sulla pelle e disinfettanti o antimicotici ad hoc. Forbicine, olio per cuticole e olio rinforzante serviranno così come anche la crema rinforzante per le mani e la maschera esfoliante per migliorare la salute della pelle. Il bastoncino spingi cuticole e lo strumento per rimuovere quelle in eccesso serviranno alla rifinitura. Vaschetta con poggiamani e asciugamani di differenti dimensioni accoglieranno mani e unghie in ogni fase del trattamento.

Le fasi e i vari trattamenti tipici della manicure

Ogni persona è diversa e unica: certi trattamenti andranno bene per alcune, altri invece no. Bisogna sempre porre al centro lo stato complessivo di salute delle mani così come quello delle unghie (sono deboli, si sfaldano oppure sono forti e resistenti).

Il primo step da affrontare è quello della disinfezione delle mani, che prosegue poi con la limatura delle unghie. Bisogna passare prima qualche minuto dalla vaschetta con acqua tiepida ‘corretta’ con 5 gocce di limone, in modo da ammorbidire i tessuti. Poi, una volta asciugate le mani, si passa all’esame e alla cura delle cuticole (e a seguire delle unghie).

Vedi anche  Come Applicare lo Smalto Semipermanente in Poche Mosse

La forma è importantissima (stondate, basse, ovali e così via) poiché è un elemento che va a influire sulla comunicazione del proprio estro e della personalità. Una volta limate le unghie si avvia la fase dei massaggi, un modo per aiutare la circolazione e ridurre le eventuali tensioni. L’ultimo passaggio, vero e proprio gran finale, è rappresentato dalla stesura dello smalto.

E’ un’attività fondamentale per fare apparire le mani ancor più belle e curate: ci vuole un po’ di pazienza ma il risultato è assicurato. Unghie eccentriche, elegantissime e sobrie oppure etniche e decorate: ce n’è per tutti i gusti, basta non risultare mai kitsch. Lo smalto oggi è vissuto dalle donne come un vero e proprio must, al pari di un outfit: sono disposte a investire tempo e denaro affinché si arrivi alla perfezione.

La differenza tra manicure estetica e curativa

Spesso si parla di manicure estetica e curativa pensando che si tratti di sinonimi ma in realtà non è affatto così. Vediamo allora, brevemente, in che cosa differiscono. La prima è – come abbiamo visto – tutta improntata a enfatizzare la bellezza delle mani sane. La seconda, invece, è quella che interviene quando vi è ad esempio la necessità di procedere alla ricostruzione di unghie incarnite o che siano state colpite da onicofagia.